MILLEPROROGHE 2015

Milleproroghe

Sei mesi in più per l’entrata in vigore del processo telematico con firma digitale degli atti e per le norme regionali sui distretti turistici, mentre slittano di un anno, al 31 dicembre 2016, i termini per l’adeguamento al SISTRI e per l’obbligatorietà della tracciabilità di vendite e rese di giornali: sono alcune delle misure contenute nel Milleproroghe 2015, il consueto provvedimento di fine anno con cui il Governo dispone slittamenti di termini di legge precedentemente fissati. Il decreto legge 210/2015 è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre 2015.

Ecco i principali provvedimenti.

•Processo telematico: proroga di sei mesi, al primo luglio 2016, del termine per l’avvio del processo amministrativo digitale, che introdurrà l’obbligo di firma digitale per tutti gli atti, i provvedimenti del giudice, dei suoi ausiliari, del personale degli uffici giudiziari e delle parti;

•ennesimo slittamento, questa volta al 2017, per l’adeguamento al SISTRI, il sistema di tracciabilità dei rifiuti. In pratica, per l’intero 2016, proseguirà l’attuale meccanismo del doppio binario, che unisce gli obblighi per l’adeguamento al sistema informativo ai tradizionali adempimenti cartacei. Sanzioni SISTRI rinviate al 2017 (sempre escludendo la mancata iscrizione o il mancato versamento del contributo annuale, sanzionati dallo scorso 1° aprile 2015);

•assunzioni pubbliche: proroga di un anno, al 31 dicembre, per nuove assunzioni nella pubblica amministrazione, nei limiti previsti dal turn over;

•editoria: fino al 31 dicembre 2016 resta il divieto di avere partecipazioni nella carta stampata quotidiana a editori televisivi con quote di mercato superiori all’8%. Slittamento di un anno anche per l’obbligo di tracciare vendite e rese di giornali attraverso l’utilizzo di strumenti informatici;

•prevenzione incendi edilizia scolastica: proroga al 31 dicembre delle vigenti disposizioni legislative;

•appalti: proroga al 1 gennaio 2017 per l’entrata in vigore della pubblicazione telematica degli avvisi di gara;

•distretti turistici: al 30 giugno 2016 il termine per la delimitazione dei distretti per rilanciare l’offerta turistica da parte delle Regioni;

•Equitalia: prorogata al 30 giugno 2016 la possibilità dei Comuni di avvalersi d’agente della riscossione per i tributi locali.

Data 08/01/2016

Ti potrebbe interessare anche